Anastasia Boldyreva

mezzosoprano

biografia
 

Nata a Mosca nel 1982, ha iniziato a studiare canto lirico con il Maestro Igor Chernov. Nel 1999 si diploma presso la scuola-teatro “Monoton” di Mosca e nel 2002 è ammessa al Conservatorio “Tchaikovsky” nella classe di Larissa Nikitina. Dal 2003 al 2005 frequenta il corso di perfezionamento per cantanti lirici sotto la guida di Bernadette Manca di Nissa presso il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, diplomandosi nel Luglio del 2005. Inoltre si specializza conRenato Bruson, Vittorio Terranova, Margreet Hodig.
Nel 2006 frequenta l’Accademia Europea del Festival di Aix-en-Provence risultando vincitrice della tournée internazionale “HSBC giovani artisti”.
Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ed internazionali aggiudicandosi importanti riconoscimenti: primo premio al concorso “Giulio Neri”, primo premio al Concorso Piccolomini, terzo premio al concorso “Ferruccio Tagliavini” in Austria, premio speciale della giuria al concorso “Riccardo Zandonai”.
Tra le interpretazioni degli esordi ricordiamo: “Il viaggio a Reims” di Rossini(Maddalena) conl’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino diretta da Nir Kabaretti, “La Canterina” diHaydn (Apollonia) e “Il Pigmalione” di Donizetti (Galatea) diretti da Carlo Montanaro, “Where the Wild Things Are” (Tzippy) di Oliver Knussen diretta da Roberto Polastri, “Biancaneve” diZarinelli (La venditrice cattiva) diretta da Michele Mariotti presso il Piccolo Del Teatro Comunale di Firenze.
Nel 2009 debutta in “Andrea Chenier” di Giordano (Bersi) al Teatro Carlo Felice di Genovasotto la direzione di Daniel Oren, in Aleksandr Nevskij di Prokofiev al Teatro San Carlo diNapoli sotto la direzione di Michail Jurowski trasmesso da Rai Tre, in “Carmen” di Bizet nel ruolo di Mercedes presso l’Arena di Verona sotto la direzione di Placido Domingo e la regia diFranco Zeffirelli, in “La Traviata” nel ruolo di Flora, direzione da Gianandrea Noseda al Teatro Regio di Torino. Sempre nel 2009 è nuovamente Flora al Teatro dell’Opera di Roma sotto la direzione di Gianluigi Gelmetti e ancora regia di Franco Zeffirelli. Nel 2010 è protagonista nella cantata “Ivan il Terribile” di Prokofiev con l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milanodiretta da Zhang Xian e ritorna al Teatro dell’Opera di Roma per “Madama Butterfly” diretta daDaniel Oren. Interpreta ancora “La ragazza Fiore” in “Parsifal” di Wagner al Teatro Regio di Torino, direttore Bernard de Billy. Nel 2012 collabora sempre con il Teatro dell’Opera di Romaper “Madama Butterfly” diretta da Pinchas Steinberg, la regia di Giorgio Ferrara, scenografia diGianni Quaranta e costumi di Maurizio Galante. Il debutto, invece, nel ruolo di Maddalena in “Rigoletto” risale al 2010 al Festival di Varese Ligure. Nel 2013 è Eboli nell’opera “La fiaba di Don Carlo”, tratta dall’opera di Verdi, di Venti Lucenti in coproduzione col Maggio Musicale Fiorentino.
Attiva anche sul versante concertistico, il mezzo-soprano Anastasia Boldyreva si mette in luce presso il Teatro Goldoni di Firenze già nel 2007 prendendo parte in qualità di solista al concerto in occasione della Giornata della Memoria con l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentinodiretta da Carla Del Frate, e successivamente collaborando con orchestre quali quella del San Carlo di Napoli, la Verdi di Milano e quella del Teatro Lirico di Cagliari dove inaugura nell’ottobre 2012 la stagione sotto la direzione di Aldo Ceccato in Alexander Nevskij di Prokofiev.

Dal 1998 Anastasia Boldyreva svolge un’attività concertistica che l’ha portata ad esibirsi in Russia, Austria, Francia, Armenia ed Italia.

2010 - present

2010 - present