Omar Kamata

baritono

biografia 

Nato a Treviso, diplomato in canto al Conservatorio di Vicenza, attualmente si perfeziona con il mezzosoprano Bruna Baglioni.

Finalista e vincitore di vari concorsi internazionali, tra i quali il Toti Dal Monte (ed. XXXIV) ed il Concorso Lirico Alfano.

Ha partecipato ad un concerto al Teatro dell’Opera del Casinò di Sanremo mandato in onda su RAI UNO.

Il 2004 è l’anno del debutto ufficiale: Figaro ne Il Barbiere di Siviglia di Rossini.

Nello stesso anno prende parte ad una produzione del barbiere rossiniano sotto la regia di I. Nunziata e la bacchetta del M°A. Albiach.

Nel periodo 2005-2007 canta alcune prime esecuzioni di Galuppi al Teatro Goldoni di Venezia: L’Inimico delle Donne (prima rappresentazione in tempi moderni) e La Calamita de’ cuori (prima rappresentazione assoluta).

L’opera L’Inimico delle Donne viene eseguita anche in Austria al Festival Internazionale Barockstage Stift Melk con riprese e registrazioni della ORF.

Nel 2007 viene ingaggiato per una lunga tournèe che lo porterà a interpretare il ruolo di Figaro (Il Barbiere di Siviglia) in quella che sarà la prima produzione operistica a ricoprire tutto il Centro America, esibendosi così nei principali teatri del Guatemala, El Salvador, Honduras, Nicaragua, Costa Rica e Panama, diretto dal M°B. D’Astoli e regia a cura di C. Juri.

Al rientro dall’estero debutta il ruolo di Danilo (La Vedova Allegra) accanto al Njegus di Enrico Beruschi, ruolo che tornerà a interpretare più volte, anche in produzioni con lo stesso comico Beruschi.

Nel 2008 debutta il ruolo di Rigoletto nell’omonima opera verdiana tornando a esibirsi nuovamente in tutto il Centro America, dir. M°B. D’Astoli, regista M. Pezzutti.

Di questo anno, inoltre, il debutto come Germont (La Traviata) diretto dal M°E. Maschio.

Sono del periodo 2005-2009 anche i debutti in alcuni allestimenti di opere mozartiane (Così fan tutte e Don Giovanni), rossiniane (L’Italiana in Algeri e varie riprese de Il Barbiere di Siviglia) e donizettine (Don Pasquale e Elisir d’amore), diretto da maestri quali M. Beltrami, A. Faldi, R. Gianola, F. Maestri, G. B. Rigon e A. Sangiorgi, e registi come M. Bellussi, C. Del Monaco, F. Esposito e L. Golat.

Nel 2009, ancora una volta in Centro America, canta in Turandot il ruolo di Ping, dir. M°B. D’Astoli, regia M. Pezzutti; successivamente interpreta Marcello (La Bohème), regia di M. Pezzutti e la direzione del M°M. A. Taddia.

Del 2010 il debutto come Escamillo nella Carmen per la regia di M. Pezzutti e diretto dal M°T. Gagliardo Varas.

Interpreta nello stesso anno il ruolo di Germont (La Traviata) sotto la regia di P. Panizza.

Nel 2011 viene scelto dal baritono R. Bruson per prendere parte ad una produzione di Falstaff che lo vedrà debuttare nel ruolo del titolo per regia dello stesso Bruson e diretto del M°D. Agiman.

Nello stesso anno interpreta il ruolo di Sharpless (Madama Butterfly) al Grosses Festspielhaus di Salisburgo con successo di pubblico e di critica.

Nel 2012 debutta Michele nel Tabarro e Alfio in Cavalleria Rusticana per la regia di B. De Tomasi.

Successivamente torna a interpretare Marcello (La Bohème) diretto dal M°A. Albertin.

Nel 2013 in Svizzera, diretto dal M°W. Bockman, debutta il Conte di Luna (Il Trovatore) con la regia di P. Panton.

Dello stesso anno la produzione che lo porta nuovamente a vestire i panni di Sir John Falstaff sotto la direzione del M° S. Kramer.

Nell’estate 2013 viene invitato a esibirsi al MEOF (Marghera Estate Opera Festival) diretto dal M°M. Roveri in un concerto organizzato con la collaborazione del Gran Teatro La Fenice per rendere omaggio a Giuseppe Verdi nel bicentenario della sua nascita.

Sempre nel 2013 torna a interpretare il Figaro rossiniano per il Festival Internazionale Opera Pa Skaret in Svezia, diretto dal M°A. Lonnqvist e regia di A. Niclasson.

Al rientro dalla Svezia debutta al Teatro Grande di Brescia nell’opera pucciniana Gianni Schicchi nel ruolo del titolo, regia a cura di D. Garattini.

L’autunno lo vede impegnato nel ruolo di Marcello (La Bohème) diretto nella regia da C. Boskovsky e musicalmente dalla bacchetta del M°L. A. di Martino.

Dopo una tournèe di concerti svoltesi in Sud America sarà Alfio (Cavalleria Rusticana) al Teatro Goldoni di Livorno per festeggiare il 150° anniversario della nascita di Pietro Mascagni, regia a cura di E. Barresi e direzione musicale del M°M. Menicagli.

Per la riapertura del più grande teatro d’Abbruzzo, il Teatro Maria Caniglia di Sulmona, torna a interpretare il ruolo di Rigoletto diretto dal M°G. D’Errico, regia a cura di E. Castiglione.

Tra i prossimi impegni oltre ad un'intensa attività concertistica, il debutto di Scarpia nella Tosca di G. Puccini, il ruolo di Amonasro nell'Aida di G. Verdi.

Tra i ruoli più interpretati: Figaro (Il Barbiere di Siviglia di Rossini, con oltre 250 recite), Danilo (La Vedova Allegra), Marcello (La Bohème), Germont (La Traviata), Sharpless (Madama Butterfly) e Rigoletto nell’omonima opera verdiana.

Inoltre si è esibito nei principali teatri in Uruguay, in Bulgaria, in Germania e in Svizzera; da segnalare anche i seguenti teatri italiani: Teatro Olimpico di Vicenza, Teatro Bonci di Cesena, Teatro Comunale di Treviso, Teatro Verdi di Padova, Teatro MART di Rovereto, Teatro Bibiena di Mantova, Teatro Rossini di Pesaro, Teatro Flavio Vespasiano di Rieti e Teatro Olimpico di Roma.

Ha lavorato, inoltre, con direttori quali: T. Bolberitz, E. De Nadai, A. Dindo, H. Mihalev, G. M. Moncalieri, S. Monterisi, A. Sisillo, e con i registi quali: R. Bonajuto, M. Ferri, N. Filice.

2010 - present

2010 - present